Il lampascione non è il lampone!

Il lampascione, parola che è riportata anche dal nuovo Zingarelli nella forma  “lampagione” o “lampascione” (il cui digramma sci suona come la c di pace in bocca toscana), è il cipollaccio col fiocco (nome scientifico Muscari comosum) e non il lampone, come spesso si sente dire, soprattutto in Puglia, dove addirittura si legge in guide turistiche e monografie storiche locali.

Il roseo, profumato, commestibile e “silenziosissimo” frutto del lampone è prodotto da una Rosacea (Rubus idaeus), che è molto addolorata per lo scambio – secondo lei – a dir poco offensivo.

Non meno indispettito è il lampascione, roseo anche lui, ma tutt’altro che dolce, Liliacea di tempra forte, che alle note proprietà diuretiche, emollienti e purgative unisce un sapore “amarostico” e un gusto pieno, dove è condensata la quintessenza della terra e del sole, da immortalare stufata, o sbollentata in aceto di vino e acqua, e “incantarata” (messa in vasetti) con olio di oliva.

Per non tirare ancora in ballo la vereconda Rosacea, in segno di contrizione, si propone la lettura di un sonetto, una sorta di lode, per chiedere venia al lampascione, anche se questo bulbo di “giglio” bastardo fa di tutto per farsi sentire e spesso, purtroppo, è passato dalla parte del torto, per avere arrecato disturbo alla quiete, apponendo ad ogni digestione il suo sigillo non propriamente musicale.

 

U lambascjòune

Cannellíre pli fiocche,
sté chjine lu pendòune,
ma vune all’arrecòune
ggià sperepicchie aggiocche

l’adocchie u scapecchiòune
e nzacche ddà la vocche
de lu zappudde e ammocche
na ciocche lambascjòune

che, cotte ed accunzéte,
asciule, squagghie mmocche,
sepure ssa fracciomme

de bbotte nasce arréte,
pli fiocche e i condrafiocche,
a formë de cresomme.

Il lampascione. Di candelieri coi fiocchi è piena la collina, ma uno dall’angolo già svetta, così che l’adocchia il garzone e affonda lì la bocca del sarchiello e riversa una testa di lampascione che, cotta e insaporita, scivola, si scioglie in bocca, seppure questo mostro di botto rifiorisca, coi fiocchi e i controfiocchi, in forma di “albicocca”.*

* La cresomme o albicocca (gr. chrysómelon, da chrysós ‘oro’ e mêlon ‘pomo’) è, in senso traslato, sinonimo di vernacchie (lat.vernaculum ‘scurrile’) e indica una sonora scorreggia, ben più rumorosa dell’a volte involontario pìpete (lat. peditum ‘peto’).

Ma come si fa a confondere il lampone con il lampascione, una sorta di rosea mora con un cipollaccio?

Si può, a patto che chi conosca il bulbo non conosca il frutto. Ciò è stato possibile perché dove cresce l’uno non cresce l’altro. Infatti il cipollaccio è più frequente al sud nei luoghi erbosi dal mare alla zona montana, il lampone si trova solo nei boschi e nei luoghi petrosi dalla zona montana a quella alpina.

Solo per questo può agire la somiglianza fonetica. In effetti le sillabe della parola lampone sono tutte presenti nella parola lampascione [lat. tardo lampadione(m)].

Quando il termine era sentito come dialettale, il parlante cercava di evitarlo, ma non trovava il corrispettivo in lingua.

D’altra parte, la dizione “cipollaccio col fiocco” non è mai stata popolare in Puglia. A ciò si aggiunga il fatto che il lampascione è entrato a far parte della lingua solo recentemente, grazie alla sua diffusione sui mercati del nord.

Del resto la lingua viaggia con le cose. E il nome delle cose, se queste sono utili, buone o belle, sia esso straniero o dialettale, prima o poi finirà per imporsi. Il «cìcino», per esempio, – se resterà e si diffonderà – sarà sempre il «cìcino» e mai il “fiasco di creta”.

Advertisements

2 thoughts on “Il lampascione non è il lampone!

    1. Proprio perché sono pugliese ho specificato: «…lampascione che cresce in campagna e non in montagna». Conosco bene i lamponi montanari, ne ho fatto la marmellata nel camper sull’Abetone! Non mi sarei mai sognata di offendere tanto aristocratico frutto…! Comunque complimenti per l’esauriente spiegazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...