Dialetto di Vittorito

PIETRO CIVITAREALE

Nu sole rusce

Nu sole rusce
déndre a jju ggiardéine.

I màtremë che dàivë
i chelìure a i fiore,
i pàtremë che letecàivë
che i ciejje.

I iéië, che n’arloggë
che nnën curràive,
che cuntàivë j’enne.

I aspettàive.

Un sole rosso / nel giardino. // E mia madre che distribuiva / colore ai fiori, / e mio padre che litigava / con gli uccelli. // Ed io, con un orologio / fermo, / che contavo gli anni. // Ed aspettavo. (da Ju core, ju munne, le parole)

Dialetto di Vittorito (Aq) trascritto in grafia DAM (manuale).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...