Come si scrivono i dialetti centro-meridionali

Med-Mer-Sic-

Scrivere la lingua madre

 

 

 

Annunci

4 pensieri riguardo “Come si scrivono i dialetti centro-meridionali

  1. <>
    Si creerebbe confusione nella pronuncia: es. fogg. è ‘sciute ‘è uscito’ è pronunciato [è ššutə] non [è šutə]. Inoltre la o palatale e la u velare foggiana come renderle? Grazie

  2. Secondo la scrittura DAM il trigramma “sci” del foggiano «è ’sciüte» o «è sciüte» (è uscito) si legge in accordo con la pronuncia italiana [è ššütə], mentre il trigramma dialettale “scj” di «scjute» (andato) di alcuni dialetti apulo-foggiani (Monte Sant’Angelo ad esempio) si legge scempio [šutə]. Qualora «è» determini raddoppiamento fonosintattico («è scjutë» è andato), come in barese, questo è indicato dalla dieresi sulla mutola finale e la pronuncia è [è ššütə].
    La vocale tonica, ove centralizzata o palatalizzata, prende normalmente la dieresi (söle, jüte), ma questa può essere omessa, annotando che in sillaba libera di parola piana la vocale in questione ha una pronuncia turbata.

  3. Sì, ma nel secondo caso scriverei: u vrascjíre, con l’articolo senza apostrofo (non è necessario) e la parola accentata (si tratta di monottongo: í < íe). Infatti questa í (derivante dal dittongo iè del fr. brasier) è diversa da quella derivante dalla I latina di parole come « nemiche », « candine » ecc.) ed ha, se noti, una diversa pronuncia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...