Mattinata – Il verbo scı “andare”


dav
Il verbo “andare”, antico italiano “gire” (*jire, dal latino IRE) suona scı [ši] in PUGLIA (apulo-garganico di Monte Sant’Angelo, Mattinata e Vieste; fascia periferica meridionale della Capitanata; BAT; Terra di Bari) e in LUCANIA (alto potentino, Melfi e Potenza escluse; fascia a sud di Potenza racchiusa tra Corleto Perticara, Tramutola, Moliterno e Sant’Arcangelo; provincia di Matera, esclusa la parte più meridionale da Valsinni a San Giorgio Lucano 1, 2, 3; scıre, scıri nel SALENTO;  jiri in CALABRIA e SICILIA; e nel resto del MERIDIONE.

Riporto la coniugazione relativa al dialetto di Mattinata e Monte Sant’Angelo 4, che con Vieste rappresentano l’estrema propaggine settentrionale dell’esito [š] < J, GE, GI, DE, DI.5

Presente indicativovéche ‘vado’, vé’ ‘vai’, ‘va’, sc̣éme ‘andiamo’, sc̣éte ‘andate’, vanne ‘vanno’.

Futuro perifrasticoéja scı / ja scı ‘andrò’ ‘devo andare’, hâ scı / ha’ da scı ‘andrai’ ‘devi andare’, óua scı / uà scı / ha dda scı adda scı ‘andrà’ ‘deve andare’, amma scı ‘andremo’ ‘dobbiamo andare’ avita scı ata scı ‘andrete’ ‘dovete andare’, anna scı ‘andranno’ ‘dovranno andare’.

Futuro di supposizione: scıarraie ‘forse vado’, tu scıarradde ‘forse vai’, jisse / jésse scıarradde ‘forse lui / lei andrà’, scıarramme ‘forse andiamo’, scıarràddeve,  scıarràteve  ‘forse andate’, scıarranne ‘forse vanno’.6

Passato prossimo: sò sciute ‘sono andato’, si’ sciute ‘sei andato’, è scıute ‘è andato’, sime scıute ‘siamo andati’, site scıute ‘siete andati’, sonne scıute ‘sono andati’.

Imperfetto: sc̣èive ‘andavo’, scıve ‘andavi’, sc̣èive ‘andava’, sc̣èume ‘andavamo’, sc̣èvete ‘andavate’, sc̣èvene ‘andavano’.

Trapassato prossimo: jére / jéve scıute ‘ero andato’, jíre / jíve scıute ‘eri andato’, jéra / jéva scıute ‘era andato’, jèuma scıute ‘eravamo andati’, jèvete scıute ‘eravate andati’, jèvene scıute ‘erano andati’.

Passato remoto: scıje ‘andai’, scıste ‘andasti’, scı ‘andò’, sc̣emme ‘andammo’, sc̣èsteve ‘andaste’, sc̣èrene ‘andarono’.

Congiuntivo imperfetto: sc̣ésse ‘andassi’, scısse ‘andassi’, sc̣ésse ‘andasse’, sc̣ésseme ‘andassimo’, sc̣ésseve ‘andaste’, sc̣éssene ‘andassero’.

Congiuntivo trapassato: fosse scıute ‘fossi andato’, fússe scıute ‘fossi andato’, fosse scıute ‘fosse andato’, fòsseme scıute ‘fossimo andati’, fòsseve scıute ‘foste andati’, fòssene scıute ‘fossero andati’.

Condizionale presente: scıarrije ‘andrei’, scıarrisse ‘andresti’, scıarrije ‘andrebbe’, scıarrimme ‘andremmo’, scıarrìsseve ‘andreste’, scıarrinne ‘andrebbero’.

Condizionale passato: sarrije scıute ‘sarei andato’, sarrisse scıute ‘saresti andato’, sarrije scıute ‘sarebbe andato’, sarrimme scıute ‘saremmo andati’, sarrìsseve scıute ‘sareste andati’, sarrinne scıute ‘sarebbero andati’.

Imperativo: famme scıssamme scı ‘che io vada’ ‘fammi andare’ ‘lasciami andare’, va! ‘va’!’, n-ge scı! ‘non andarci!’, n-ge hâ scı! ‘non devi andarci!’, nen-ge sc̣enne! ‘non andarci!’ – da nen-gi sc̣enne! (‘non andare andando!’) interpretato come nen-ge sc̣enne! (‘non ci andando!’) 7, 8 –, che sc̣ésse! ‘che vada’, sc̣éme! ‘andiamo!’, sc̣éte! ‘andate!’, falli scı / ssalli scı ‘vadano!’ ‘falli andare’ ‘lasciali andare’.

Gerundio: sc̣enne ‘andando’ // sc̣enne sc̣enne ‘piano piano’.

Participio passato: scıute ‘andato’.

Infinito presente: scı ‘andare’ // scı truuènne ‘andare cercando’; avepp’a scì ‘dovette andare’; pozza scı ‘possa andare’; scırecinne ‘andarsene’; sc̣ìrele a scetté ‘andare a gettarlo’.

Infinito passato: jèsse scıute ‘essere andato’.

___________

1 Cfr. MICHELE MELILLO (a cura di), La parabola del figliuol prodigo nei dialetti italiani. I dialetti di Puglia, Archivio Etnico Linguistico Musicale, Roma 1970.

2 Cfr. PASQUALE CARATÙ (a cura di), La parabola del figliuol prodigo nei dialetti lucani. I dialetti della Lucania, Università degli Studi di Bari, 1981.

3 Cfr. FRANCESCO GRANATIERO, Vocabolario dei dialetti garganici, Foggia, Grenzi, 2012.

4 Cfr. FRANCESCO GRANATIERO, Grammatica del dialetto di Mattinata, Foggia, Comune di Mattinata, 1987, cap. VIII, pp. 60-71.

5 Cfr. GIACOMO MELILLO, I dialetti del Gargano (Saggio fonetico), Pisa, Simoncini, 1926, § 23, pp. 47-49.

6 Cfr. GRANATIERO, Grammatica, cit., § VIII.7, p. 63.

7 Cfr. GERHARD ROHLFS, Grammatica storica della lingua italiana e dei suoi dialetti. Sintassi e formazione delle parole, Torino, Einaudi, 1969, § 722.

8 Cfr. GRANATIERO, Grammatica, cit., § VIII.12, p. 66.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...