89236281_10213393084976208_2183590815287214080_n[Sono funambolo, Signore, ballo sulla corda]

Sono funambolo, Signore, ballo sulla corda
e ti penso e non ti penso, sto lì nel mezzo,
perché non so, Signore, se tu ci sei,
se il tuo sguardo mi guarda fino a mordermi.

Mordimi, Signore, e fa che io prenda partito
invece di stare appeso – una marionetta –
o fa’ in modo di darmi l’abbrivio
che io possa smettere di praticare quest’arte.

Fammi scendere dal filo che mi tiene sospeso
e fammi sentire i denti, piantameli all’osso
che io ho bisogno di sentire tutto il tuo peso,

ho bisogno che tu sia un molosso
che strappa la mia carne, prenda senza risparmio,
se soltanto così potrò finalmente capire.

[Son balarin, Nosgnor, balo ’n sla còrda]

Son balarin, Nosgnor, balo ’n sla còrda
E it penso e it penso nen, ston lì ’n tël mes,
përchè sai nen, Nosgnor, se ti ti-j ses,
e se ’l tò sguard am varda fin ch’am mòrda.

Mordme, Nosgnor, e fa che mi pija part
nopà dë sté pëndù – na marionëtta –
o fa ’n manera ’d deme la sbruëtta
che mi peussa molé ’d fé cost’art.

Fame calé dal fil ch’am ten sospèis
e fame sente ij dent, piantëmje a l’òss
ch’i l’hai damanca ’d sente tut tò pèis,

i l’hai damanca ch’it sìe ’n molòss
ch’a s-cianca la mia carn, a ciapa gròss,
se mach parèj a l’é ch’im fassa intèis.

GIOVANNI TESIO

____________

Da Giovanni Tesio, Nosgnor. Lamenti, preghiere e poesie in cerca di un Dio vicino e lontano, Interlinea, Novara, 2020.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...