dav

Coronavirus

Sule sule o ngumbagnije
tutte quande a i cchése lore,
ca li pigghie ’a pulmunije
a chinèi che vé pe ffore.

Jè nu strazzje ss’angunije
ca cchiù ssule mo ce more,
senza chiande chi ce abbije
e a chi reste i chiange u core.

Ogni stréte sté vacande,
è na còsa mbrussiunande.
Prèje u Pépe, Criste all’úrte.

Ata ggende «tutte bbúne»
cande forte a i bbalecune.
Tutte, sì, savanne i múrte.

Coronavirus

Soli soli o in compagnia
tutti quanti a casa loro,
che gli vien la polmonite
a chi fuori si avventura.

È uno strazio l’agonia
che più soli ora si muore,
senza pianto chi va via
e a chi resta piange il cuore.

Ogni strada è tutta vuota,
è una cosa impressionante.
Prega il Papa, Cristo all’orto.

Altra gente «tutto bene»
canta forte dai balconi.
Tutto, sì, eccetto i morti.

(Francesco Granatiero)

Torino, 18 aprile 2020

2 pensieri riguardo “ANDRÀ TUTTO BENE

  1. Bravissimo. Da sempre lotto per il mantenimento del dialetto, soprattutto nella poesia e nella musica, ma soprattutto lotto da sempre per la trascrizione grafica corretta. Complimenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...