L’avverbio [nən] “non”

In molti dialetti alto-meridionali, come nel Gargano (Carpino, Cagnano Varano, Monte Sant’Angelo, Mattinata – a cui gli esempi si riferiscono), nel Tavoliere (Alberona, Lucera), a Ruvo di Puglia (BA), a Pescara e provincia, nel Molise (Campobasso), nelle province dell’Aquila (Opi, Bugnara, Raiano) e di Chieti (Lanciano, Sant’Eusanio del Sangro, Vasto, Guardiagrele), l’avverbio di negazione “non” si comporta in maniera particolare. Continua a leggere “L’avverbio [nən] “non””

Annunci

Eugenio Cirese

Dialetto di Fossalto (CB)

Fossalto - La Pagliara Maje Maje
Fossalto (Molise) · La Pagliara Maje Maje

Eugenio Cirese

(Fossalto 1884 – Rieti 1955)

 

Serenatella

Jè nnotte e jjè sserene
déndre a ru còre e ngíele.
Le sctelle
fermate
vecine,
a cócchia a cócchia
o sole,
come a pecurêlle
sctiènne passcênne
l’aria de notte
míeze a ru cuâmbe
senza rocchie
e senza fine. Continua a leggere “Eugenio Cirese”

Traduci la favola e manda il tuo video!

Il vento e il sole (Esopo)

Un giorno il vento e il sole cominciarono a litigare.
Il vento sosteneva di essere il più forte e a sua volta il sole diceva di essere la forza più grande della terra.
Alla fine decisero di fare una prova.

Continua a leggere “Traduci la favola e manda il tuo video!”

Dialetto di Foggia

U vínde e u sole (*)

Versione di Gianni Ruggiero

Nu júrne vínde e sole attaccàrene a fà quéstiöne.

L’une e ll’àte s’avandàvene d’esse sòpe ’a terre u cchiù fforte.

Accussì se mettèrene d’accorde e facìrene na sfide. E vedenne nu puverílle ca jéve venenne pe nu tratture, facìrene nu patte: u prime che u fëce levà da ngúlle i panne, vénge.

Continua a leggere “Dialetto di Foggia”

Dialetto di San Marco in Lamis (FG)

Lu uénde e llu sole

Versione di Luigi Ianzano

Nu jurne, lu uénde e llu sole abbìjene a letecà: lu uénde ce créde cchiù fforte e allu sole li fa ciche ciche: jè gghjisse, allu munne, lu cchiù fferme.

Ah mbè, ce dànne la ndésa. Pustéjene nu rumèje allu tratture e strégnene li dénde: chi jè bbone a scuffelà a quidd’òme li panne da ngódde, còse ce sonne, ségne jè cché qquidde secure è cchiù dde férre.

Continua a leggere “Dialetto di San Marco in Lamis (FG)”