Belli a modo mio

Omaggio a Giuseppe Gioachino Belli – Tredici sonetti tradotti in dialetto pugliese

Annunci

Canzoniere in lingua madre

TesioGiovanni Tesio, Vita dacant e da canté, Centro Studi Piemontesi, 2017

Francesco Granatiero

CANZONIERE IN LINGUA MADRE

«La forza dell’unità è nel due/ anzi nel tre che fonde tutti i contrasti» è detto nell’ultimo sonetto (pagina 369) di Vita dacant e da canté, un canzoniere di trecentosessatanove sonetti, appunto, dove il noto critico e massimo conoscitore della poesia in dialetto Giovanni Tesio, standosene «dacant», ossia di lato – come dice, stupito, nel sonetto proemiale – canta «’d còse cite», di cose piccole, traendole, a saliscendi, dall’acqua di un pozzo profondo: «mi lascio prendere a spintoni/ se – mai più io – sono la mia canzone che mi sogna» (I), una canzone “dittata” nel dialetto della sua infanzia, quello di Pancalieri (To), gelosamente e segretamente costodito fino ai settant’anni, per ubbidire a un’interiore, imperioso e inesauribile zampillo. Continua a leggere “Canzoniere in lingua madre”

L’antisonetto di Robert Gernhardt

da Poetry Foundation
Robert Gernhardt (Fotografia tratta da Poetry Foundation)

ROBERT GERNHARDT

Materiale per una critica
su una delle forme di poesia più famose
di origine italiana

Trovo il sonetto una roba merdosa,
stretta, rigida, non buona di certo;
e davvero mi crea grande sconcerto
sapere che c’è ancora oggi chi osa Continua a leggere “L’antisonetto di Robert Gernhardt”

Eugenio Cirese

Dialetto di Fossalto (CB)

Fossalto - La Pagliara Maje Maje
Fossalto (Molise) · La Pagliara Maje Maje

Eugenio Cirese

(Fossalto 1884 – Rieti 1955)

 
Serenatella
 
Jè nottë E jè serénë
déndre a ru còre e ngíele.
Le štelle
fermate
vecine,
A cócchia A cócchia
o sole,
come a pecurêllë
štiènne pascênne
l’aria de notte
míeze a ru cuåmbe
senza rocchie
E senza fine. Continua a leggere “Eugenio Cirese”

Giuseppe Rosato, Il mare — incroci on line

Giuseppe Rosato, IL MARE Di Felice, Martinsicuro (Te) 2016 di Sergio D’Amaro Giuseppe Rosato, in tanti anni di operosa attività poetica (sia in lingua che in dialetto), ci ha abituati al suo passo di esperto viandante esistenziale. Sappiamo che quando smette la sua penna satirica, si fa coinvolgere completamente in un’altra dimensione, fatta […]

via Giuseppe Rosato, Il mare — incroci on line

Traduci la favola e manda il tuo video!

Il vento e il sole (Esopo)

Un giorno il vento e il sole cominciarono a litigare.
Il vento sosteneva di essere il più forte e a sua volta il sole diceva di essere la forza più grande della terra.
Alla fine decisero di fare una prova.

Continua a leggere “Traduci la favola e manda il tuo video!”