Francesco Paolo Borazio

Dialetto di San Marco in Lamis

 

2694_image_5_holFRANCESCO PAOLO BORAZIO (San Marco in Lamis 1918-1953), spaccapietre e imbianchino, studiò da autodidatta. Morì prematuramente per una malattia contratta in guerra. Ha scritto una raccolta di poesie e un poemetto eroicomico, pubblicati postumi: La preta favedda [“L’eco”]. Poesie in vernacolo garganico, a cura di Sergio D’Amaro, Antonio Motta e Cosma Siani, pref. Tullio De Mauro, Manduria, Edizioni Quaderni del Sud/Lacaita, 1982; Lu trajone [“Il dragone”]. Poemetto eroicomico in vernacolo garganico, a cura di Michele Coco, Antonio Motta e Cosma Siani, intr. Francesco Sabatini, San Marco in Lamis, Quaderni del Sud, 1977.

Continue reading “Francesco Paolo Borazio”

Dialetto di San Marco in Lamis

FRANCESCO PAOLO BORAZIO
Amore sedeticce

St’amore mia no méttë cchiù ccalima
e va’ a capisce ngórpe ché arracama,
st’amore mia ce sécca a lla curima
e no respónnë manghe a chi lu chiama. Continue reading “Dialetto di San Marco in Lamis”