Dialetto di Vittorito (Aq)

PIETRO CIVITAREALE

Nu sole rusce

Nu sole rusce
déndre a ju giardéine.

I mmàtreme che ddàive
i chelìure a i fiore,
i ppàtreme che lletecàive
ch’i ciejje. Continua a leggere “Dialetto di Vittorito (Aq)”

Dialetto di Guardiagrele (Ch)

MODESTO DELLA PORTA

Carúfene

I

Carufanilla mi’, che ve ndreccéte
mméẓe alli firre de ssu bbalecune
apirte, méẓe chiuse, spalazzéte
ngacchiéte a quattre, a cingue e quacchedune
che jè cchiù llonghe fa lu preputende,
se sctenne, s’arestire e se presume
gni cquande avesse a dire a chi tè ’mmende:
uè! tu che ppesse, sinde cché pprofume?

Continua a leggere “Dialetto di Guardiagrele (Ch)”

Dialetto di San Severo (FG).”La finitoria” di Carlo Jondi

di FRANCESCO GRANATIERO

san_severo_teatro_cartolina
San Severo – Teatro Verdi

La poesia dialettale della Capitanata, se si esclude qualche autore di cui è dato sapere, è quasi tutta posteriore al XIX secolo. Prima infatti non si hanno che sporadici e frammentari riscontri, come il nome del foggiano Filippo Bellizzi, antologizzato dal Sorrenti, (1) o quelli di Pietro e Alessandro Nobiletti di Ischitella, la cui poesia ha, peraltro, carattere eminentemente popolare. (2)

Continua a leggere “Dialetto di San Severo (FG).”La finitoria” di Carlo Jondi”